Campionati di Tennistavolo

Tennistavolo, turno insidioso per l'ACSI ONMIC Barletta

Tre impegni intrisi di insidie attendono le tre compagini facenti capo alla Polisportiva ACSI ONMIC Barletta

Altri Sport
Barletta venerdì 15 dicembre 2017
di Cosimo Sguera
Tennistavolo
Tennistavolo © nc

Sabato 16 e domenica 17 dicembre prossimi andrà in scena "l'ultimo atto" del girone di andata dell'attività agonistica a squadre FITET, sia a livello nazionale che regionale.

Tre impegni intrisi di insidie attendono le tre compagini facenti capo alla Polisportiva ACSI ONMIC Barletta ed impegnate in Campionati a Squadre di differente livello.

Il primo ostacolo toccherà alla Pol. Dil. Terrapulia Barletta (seconda classificata) che sabato 16 dicembre, alle ore 17.30, affronterà (tra le mura amiche) l'ASD San Severo ( Fg) nell'ultimo turno di andata del Campionato Regionale Maschile di Serie D1. Per non compromettere la rincorsa alla vetta della classifica, dalla quale il team barlettano dista solo una lunghezza, bisognerà scendere in campo con assoluta concentrazione, infinita umiltà e concreto rispetto degli avversari.

Domenica mattina 17 dicembre, alle ore 10.00, nello stesso Campionato Regionale Maschile (serie D1) l'altra compagine barlettana, la Pol. ACSI ONMIC Lamusta Barletta, ospiterà l'ASD Ferramenta Giudici Foggia. Il match si preannuncia avvincente, equilibrato e dall'esito assolutamente incerto.La formazione barlettana, ancora imbattuta, non intende fallire il suo obiettivo stagionale, ovvero quello di una tranquilla permanenza in D1.

Domenica mattina a Barletta, sempre alle ore 10.00, l'organico più prestigioso del tennistavolo cittadino, quello militante nel Campionato Nazionale Maschile di serie C1 con la denominazione ACSI ONMIC Ottica Lamusta Barletta, affronterà il C.T.T. Molfetta(Ba). Per proseguire serenamente nel cammino che conduce alla salvezza in questa Serie Nazionale, il quartetto barlettano, nobilitato dalla presenza dell'italo - francese Maurice Rotondo, dovrà sfoderare una prestazione superlativa.

Guai a sottovalutare i valenti avversari che si affideranno all'esperienza agonistica di Leonardo Scardigno, allo spirito combattivo di Leopoldo Crocetta e all'equilibrio tattico di Nicola Boffoli!


Lascia il tuo commento
commenti