Campionati di Tennistavolo

Tennistavolo, l'Acsi Onmic Lamusta in campo a Casamassima

Nel prossimo week-end ripartirà l'attività agonistica individuale FITET a livello regionale

Altri Sport
Barletta venerdì 21 aprile 2017
di Cosimo Sguera
Tennistavolo © nc

Archiviata la parentesi pasquale, nel prossimo week-end ripartirà l'attività agonistica individuale FITET a livello regionale.
Sabato 22 e domenica 23 aprile la città di Casamassima (Ba) ospiterà il Torneo Regionale Individuale di Terza e Quinta Categoria, ultima prova di ammissione ai relativi Campionati Italiani Individuali FITET, in programma a Terni dal 3 al 18 giugno.

Duecento atleti,in rappresentanza di tutte le società sportive pugliesi di tennistavolo,si affronteranno a viso aperto (per meglio intenderci fino all'ultimo punto dell'ultimo set) nel tentativo,tutt'altro che agevole, di conquistare il podio o di entrare nel ristretto novero della teste di serie che andranno a "nobilitare" il tabellone finale dei Campionati Italiani,in programma nella suindicata localita' umbra nel prossimo mese di giugno.
Rispettando una tradizione ultratrentennale,la Polisportiva ACSI ONMIC Ottica Lamusta Barletta partecipera' all'evento agonistico suindicato con una piccola rappresentativa composta da Vito D'Amore,Vito Doronzo e Mario Sardella.
Nessun volo pindarico per i tre pongisti barlettani ma tanta umiltà,altrettanta determinazione e,soprattutto,assoluta consapevolezza dei propri mezzi tecnici.
Particolare attenzione verrà riservata al diciannovenne Vito Doronzo,al suo secondo impegno agonistico nella corrente stagione.Dal giovane talento barlettano non ci si aspetta il risultato eclatante ma una prova rassicurante che consenta una serena prosecuzione del programma di allenamento, programma finalizzato alla crescita tecnico - tattica e ad un rendimento agonistico in perenne evoluzione.Occhi puntati anche sul quindicenne Mario Sardella, autentico gioiello del vivaio barlettano e componente il team ONMIC FLINSTONES Lamusta (quarto classificato nel Campionato Regionale a Squadre di Serie D1).
La giovane promessa barlettana ha tutte le carte in regola per disputare un eccellente Torneo nella località del Sud Barese e,soprattutto, per assicurare gratificazioni agonistiche al sodalizio di appartenenza nei prossimi impegni(sia in ambito regionale che nazionale).
Lascia ben sperare,infine, l'eccellente condizione psico-fisica del veterano Vito D'Amore, pongista tranese (oltreche' tecnico federale) in forza al club ACSI ONMIC Lamusta ed in possesso di un robusto bagaglio tecnico.Il palcoscenico di Casamassima potrebbe rappresentare per questo espertissimo atleta la pista ideale per un prestigioso decollo.Le premesse per un "volo ad alta quota" e per un atterraggio confortevolissimo a Terni (nel prossimo mese di giugno) sono quanto mai incoraggianti.

"Quello di domenica prossima a Casamassima è il primo di una lunga serie di eventi individuali, sia in ambito regionale che nazionale, ai quali dovremo prendere parte non certo da comparse ma da autentici protagonisti.Ci ha addolorato profondamente,nel corso della corrente stagione agonistica, avere rilevato un inammissibile accanimento nei nostri confronti da parte del presidente di una giovane società sportiva barlettana al momento dell'assegnazione delle fasce orarie di allenamento in palestra.In 36 anni di ininterrotta attivita' agonistica in campo nazionale e regionale mai ci siamo permessi di contestare gli spazi assegnati ad altri sodalizi operanti nella nostra citta'.In considerazione delle gravi offese subite e in virtù del prestigioso curriculum maturato, non siamo assolutamente disposti a subire ulteriori angherie, ne' tantomeno a patire riduzioni delle fasce orarie di allenamento in palestra che rischierebbero di danneggiare irrreversibilnente il volume dell'attivita' agonistica che sviluppiamo da oltre un trentennio con successi (sia in ambito nazionale che regionale) certificati della Federazione che ci onoriamo di rappresentare.Ci auguriamo di non dovere piu' tornare sull' argomento e,soprattutto, di non essere costretti ad avviare opportuna azione legale per la salvaguardia della nostra storia, intrisa di prestigiosi successi e non di insensata invidia".
Questo il commento di Maurizio Lamusta,vice-presidente del club barlettano


Lascia il tuo commento
Le più commentate
Le più lette