Condominio: infiltrazioni da rottura della condotta fognaria. Chi paga?

Chi risponde dei danni causati dalle parti comuni ai condomini?

Fabio CD Mastrorosa Avvocato risponde
Barletta - domenica 10 aprile 2016
©

In linea di principio, il condominio risponde dei danni causati dalle parti comuni ai condomini o ai terzi sulla base dell'art. 2051 c.c. a meno che non dimostri che il danno deriva da caso fortuito/ forza maggiore o dal fatto esclusivo del terzo danneggiato.

Nel caso di lesione causata alla condotta fognaria da una società di autospurgo nell'espletamento dei lavori, occorrerà dimostrare, affinché il condominio vada esente da colpa, che il danno derivi esclusivamente da un'imperizia o da una negligenza di quest'ultima.

Tuttavia è altresì possibile che  del danno prodotto non debba rispondere l'intero condominio bensì solo alcuni dei condomini, a seconda di quale sia la parte della condotta interessata: se il danno si è verificato in posizione antecedente al raccordo, dal quale l'impianto comincia ad essere comune, non si applica la presunzione di comproprietà dell'art. 1117 c.c. e sono tenuti al risarcimento solo i proprietari dei singoli appartamenti fruitori, ossia che traggono utilità dall'impianto

Ciascun proprietario risponderà secondo le tabelle millesimali parziarie; in assenza di queste, secondo quote eguali.