Il talento

X Factor, la 17enne cantautrice barlettana Claudia Guaglione supera le selezioni

Ammessa ai bootcamp dai 4 giudici del programma tv

Spettacolo
Barletta venerdì 29 settembre 2017
di La Redazione
Claudia Guaglione a X Factor
Claudia Guaglione a X Factor © nc

E' una giovanissima cantautrice Claudia Guaglione, ha appena 17 anni ed è cresciuta tra le mura dell'associazione musicale "Voglia di Musica" di Barletta, sotto la guida del suo insegnante Domenico Giannini. Per i quattro giudici del talent musicale X Factor ha quel quid in più per giocarsi un ruolo da protagonista nella trasmissione televisiva. Il suo è stato un bel salto, dai banchi di scuola del liceo scientifico "Cafiero" alla TV e al palco di X Factor. Claudia è stata notata durante un casting per un altro talent musicale in produzione per la Rai ma mai andato in onda. In seguito, è stata contattata dalla redazione che l'ha invitata ai precasting di X factor a Milano. Ed è proprio lì a Milano che, armata della sua inseparabile chitarra, è riuscita a convincere gli autori e a farsi largo tra gli oltre 35.000 candidati. Così Claudia finisce davanti ai quattro giudici di questa edizione (Levante, Fedez, Manuel Agnelli e Mara Maionchi) che con il fatidico "sì" le permettono di accedere alla fase successiva dei casting, "i bootcamp", dove i candidati si giocheranno il tutto per tutto nell'adrenalinico "gioco delle sedie".

Claudia racconta così la sua esperienza: "X factor è stato un'esperienza molto intensa, iniziata quasi per caso e senza troppe aspettative. È stato il mio insegnante a propormi l'iscrizione, vincendo anche alcuni miei pregiudizi rispetto al format. La prima tappa è stato il precasting a Milano: una giornata intera passata tra attese interminabili e file di migliaia di concorrenti. L'audizione vera e propria si è svolta invece a Torino, dove ormai da decine di migliaia ci siamo ritrovati in un centinaio. Di positivo c'è stato il confronto con qualcosa di molto più grande di me e questo mi ha permesso di acquisire maggiore sicurezza e capacità di gestire l'ansia da palcoscenico. La sensazione di Torino è stata molto strana: all'improvviso sono stata catapultata di fronte ai quattro giudici e a una platea di migliaia di persone. L'atmosfera era a dir poco surreale, anche perché è un programma che ho sempre visto dall'altra parte dello schermo."

In bocca al lupo Claudia per le prossime sfide!

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette