Da segnare in agenda

Yes weekend, gli appuntamenti nelle nostre città

Dopo le “abbuffate” di Carnevale e di neve, il fine settimana non riserva il solito imbarazzo della scelta, ma conserva una gamma di appuntamenti che spaziano dalla cultura, alla musica, all’approfondimento

Barletta venerdì 02 marzo 2018
di Elena Albanese
Beppe Barra domenica a Barletta
Beppe Barra domenica a Barletta © n.c

Dopo le “abbuffate” di Carnevale e di neve, ecco arrivare il primo weekend di marzo, mese che ci porterà dritti in primavera. Sarà la Quaresima ormai inoltrata, saranno le elezioni politiche di domenica che catalizzano l’attenzione, il fine settimana non ci riserva il solito imbarazzo della scelta, ma conserva una gamma di appuntamenti che spaziano dalla cultura, alla musica, all’approfondimento.

Venerdì 2 marzo

«Ridere è guarire, anche se per mantenersi sani non si può certo trasformare la vita in una grande farsa: vivere è difficile, ma vivere con umorismo lo è ancora di più». Questa è una delle molteplici perle di saggezza di Michele Palumbo, a cui l’Università della terza età di Andria dedica oggi una lezione-incontro alle 17 nell’auditorium “Monsignor Di Donna” di via Saliceti.

Al teatro Duse di Bari, in scena la Compagnia onirica poetica teatrale di Vito Latorre con il Decameron di Giovanni Boccaccio. Sul palco Gabriella Altomare, Giovanni Botticella, Antonio Repole, Silvana Pignataro e lo stesso Latorre.

Al Di Cagno, invece, Emanuele Battista propone “I favolosi anni ‘60”, un racconto comico sulla Bari di quel periodo storico, all’insegna del «non avevamo nulla ma non ci mancava niente».

Ad Acquaviva delle Fonti, il duo acustico “Battere e levare” proporrà cover dei più grandi cantautori italiani: da Francesco De Gregori a Vinicio Capossela, da Rino Gaetano a Edoardo Bennato, fino ad arrivare ai più moderni Max Gazzè e Alessandro Mannarino.

Alle 21, l’Accademia Federiciana di Andria propone “Il trio di Salerno”, con Guglielmo Guglielmi al pianoforte, Sandro Deidda ai fiati e Aldo Vigorito al contrabbasso.

Alle 22 a Ruvo di Puglia gli “Ottone pesante” in concerto al circolo culturale La Mancha. Il trio è composto da Paolo Ranieri, Francesco Bucci e Peppe Mondini, artisti di altissimo livello che vantano collaborazioni, fra gli altri, con Pat Mastelotto, batterista dei King Crimson, e Baustelle.

Sabato 3 marzo

Alle 18, alle Vecchie segherie e altre storie di Bisceglie, Eleonora Mazzoni presenta il suo libro “La testa sul tuo petto” e dialoga con don Franco Lorusso.

A Giovinazzo, nella chiesa del Carmine, si inaugura la sesta edizione della mostra sensoriale sulla Passione di Cristo Mysterium doloris”, in cui si intersecano fede, arte, devozione e folklore. Promossa dall'Arciconfraternita Maria SS. del Carmine, è affidata alle mani sapienti dell'artista Saverio Amorisco. Sarà aperta fino al 31 marzo dalle 18.30 alle 22.

Nella chiesa di Sant’Agostino ad Andria, alle 19.30, la presentazione del libro di don Giussani a cura di don Francesco Barschi dal titolo "Dalla liturgia vissuta. Una testimonianza".

Sempre ad Andria, alle 21 al liceo scientifico “Nuzzi”, musica jazz con Bruno Montrone al pianoforte e Martina Primavera alla voce.

A Gravina in Puglia, a Palazzo Orsini, in piazza della Repubblica, Piero Rinaldi canta Lucio Dalla. Ingresso con prenotazione.

A Molfetta, SPAZIOleARTI propone “Il riscatto - dalla Savana al Municipio”, di e con Mohamed Ba, artista senegalese che calca i palchi italiani da oltre 16 anni.

A Bitonto, nel circolo culturale “Resilienza”, gli “Hidalgos” in concerto. Il loro è un suono che mixa post-rock ed elettronica, con sonorità che richiamano gli scozzesi Mogwai e i più acidi Don Caballero.

Ne “Il polpo gourmet” di piazza Quercia 3 a Trani, la serata sarà allietata da I Paipers, che catapulteranno il pubblico nella magica atmosfera dei sixties con musica (Ma che freddo fa, Guarda come dondolo, Quando quando quando, Sono bugiarda, Bandiera gialla, Il geghegè…), abbigliamento e slang.

Domenica 4 marzo

Nel teatro sociale di Fasano, in via De Giosa, appuntamento alle 18 con gli spettacoli per bambini “Il sogno di Geppetto” e “Il gioco del mago di Oz”, a cura di Guizzi di marionette, nell’ambito della stagione dedicata alle famiglie.

Al Curci di Barletta, invece, arrivano Peppe Barra e la sua orchestra con "Il canto dei tamburi".

Sipario alzato anche a Santeramo in Colle, dove la compagnia dei Teatranti di Bisceglie propone un grande classico: “Molto rumore per nulla” di William Shakespeare.

A palazzo Beltrani, a Trani, alle 20.30, concerto di pianoforte della giovane e talentuosa Chiara De Quarto, tarantina classe 1993, che proporrà musiche di Ravel, Scriabin e Strawinsky.

Per tutto il weekend

C’è ancora una settimana di tempo per visitare a Bari la mostra collettiva sull’infanzia What we once where, allestita nella galleria Muratcentoventidue-Artecontemporanea. Espongono Rita Casdia, Cristiano De Gaetano, Elisabetta Di Sopra, Lello Gelao, Kaia Hugin, Kaja Leijon e Cristina Pavesi.

Sempre nel capoluogo, all’Officina degli Esordi di via Crispi 5, fino all'8 marzo sarà possibile ammirare il tributo ai personaggi di Andrea Pazienza realizzato dagli studenti dell'Accademia di Belle Arti di Bari.

Al museo civico in strada Sagges 13, spazio a La carta elegante, la mostra personale dell’artista e scultrice putignanese Luigia Bressan.

Fino a domenica sarà a Bari lo spettacolo itinerante del Teatro dei Borgia “Medea per strada”, per la regia di Gianpiero Borgia. Gli spettatori saranno condotti in un drammatico viaggio sulle vie della prostituzione a bordo di un vecchio Iveco Daily insieme alla protagonista Elena Cotugno. Posti limitati (solo sette persone per volta), tutte le informazioni su acquisto biglietti, orari degli spettacoli e di apertura del botteghino sono reperibili a questo link.

Lascia il tuo commento
commenti