Da Palazzo di Città

Giunta, approvati accordo Distretto Urbano Commercio e Piano alienazioni immobiliari

Tutte le delibere approvate in due sedute di Giunta

Politica
Barletta sabato 10 febbraio 2018
di La Redazione
nuova Giunta Cascella
nuova Giunta Cascella © n.c.

La Giunta comunale ha esaminato e approvato in due sedute le seguenti delibere:

Distretto Urbano del Commercio. Approvazione dello schema di accordo e dello statuto per l’organismo di gestione.

La Giunta ha adottato l’accordo territoriale con Confcommercio Puglia e Confesercenti Puglia per l’attuazione di progetti di valorizzazione commerciale finalizzati all’avvio delle attività dei Distretti Urbani del Commercio (DUC). L’accordo, da perfezionare in Consiglio comunale, prevede la definizione di un programma di interventi finalizzato ad aumentare l’attrattività commerciale, turistica e culturale, favorendo il coinvolgimento di tutti i soggetti interessati allo sviluppo e alla promozione del territorio attraverso la creazione e il coordinamento di attività ed eventi.

È stato altresì definito lo Statuto dell’Organismo autonomo di gestione del Distretto che vede come soci fondatori della costituenda Associazione di Distretto Urbano del Commercio di Barletta il Comune, Confcommercio Puglia e Confesercenti Puglia. Le parti si impegnano a intraprendere congiuntamente azioni per una gestione coordinata delle aree commerciali in grado di sviluppare sinergie con tutti gli stakeholder (enti di promozione locale, reti d’impresa, organizzazioni sindacali, associazioni di volontariato).

Il Distretto Urbano del Commercio punta a creare una rete per perseguire politiche organiche ed integrate di riqualificazione e valorizzazione del commercio e del contesto urbano di un’area predefinita della città comprendente il centro storico e alcune vie limitrofe. Sono soggetti interessati tutti gli operatori del settore commercio, sia in sede fissa che su aree pubbliche, compresi gli esercenti attività di somministrazione di alimenti e bevande, gli esercenti attività di artigianato di servizio e di valore storico e tradizionale, operanti all'interno dell’area individuata.

Gli atti adottati sono propedeutici alla partecipazione al bando regionale finalizzato a sostenere la prima attuazione dei DUC e la redazione delle pianificazioni strategiche comunali finanziando progetti condivisi tra Regione, Comuni e associazioni di categoria per attuare programmi di sviluppo destinati alla valorizzazione del commercio attraverso il marketing territoriale, la costruzione di un sistema di governance e la promozione delle eccellenze turistiche ed enogastronomiche del territorio.

Piano delle Alienazioni e Valorizzazioni Immobiliari.

La Giunta ha approvato il Piano delle Alienazioni e Valorizzazioni Immobiliari, da allegare al bilancio di previsione dell’anno 2018, che individua i singoli beni immobili ricadenti nel territorio suscettibili di valorizzazione o di dismissione.

Nello spirito della norma si considera il patrimonio dell'ente non più in un'ottica conservativa quanto, piuttosto, assicurare equilibri economici a lungo termine finalizzati alla riqualificazione e riconversione degli immobili tramite interventi di recupero, restauro e ristrutturazione, anche con l'introduzione di nuove destinazioni d'uso destinate allo svolgimento di attività economiche o di servizio per i cittadini.

Per alcuni beni aventi caratteristiche residenziali e commerciali si procederà ad una verifica catastale e di mercato sul loro trasferimento tra gli immobili da alienare, in quanto non strumentali a fini istituzionali o comunque di pubblica utilità. Per quanto concerne la valorizzazione dei beni immobiliari in uso ad altre pubbliche amministrazioni è confermata la possibilità di stipulare contratti di concessione in comodato d’uso gratuito di beni di proprietà del Comune qualora sia perseguito un effettivo interesse pubblico equivalente o addirittura superiore rispetto a quello meramente economico accertato dal Servizio Patrimonio. Le spese per l’uso degli immobili, concessi in comodato d’uso gratuito, restano a totale carico della pubblica amministrazione comodataria, alla quale competono, in via esclusiva, gli oneri finanziari in materia di erogazione dei servizi di propria competenza.

Una novità del piano è rappresentata dall’avvio del procedimento di regolarizzazione degli arenili e mezzane dell’Ofanto e dei musicali arbitrari e terreni e aie.

Per gli arenili e mezzane dell’Ofanto è in corso l’accertamento della parte quotizzata ritualmente e di quella oggetto di usurpazioni al fine della reintegra o della legittimazione, nonché delle quote abbandonate da reintegrare al demanio, sempre tenendo conto delle variazioni del corso del fiume nel tempo. In merito alla restante parte, di natura demaniale, musicali arbitrari e terreni e aie, sono in corso di accertamento la consistenza dello stesso demanio rimasto libero e le eventuali occupazioni abusive. Per le parti del demanio che risulteranno disponibili, il perito incaricato dall’Amministrazione dovrà indicare le terre utilizzabili per bosco-pascolo e quelle utilizzabili per la coltura agraria. Al termine dell’attività di ricognizione si procederà alla richiesta di regolarizzazione dei canoni demaniali pregressi non versati, da attualizzare, anche in relazione alla necessità di legittimare e contrattualizzare le attività per gli anni a venire.

Avvio attività di programmazione partecipata del IV Piano Sociale di Zona: “Nessuno escluso”.

La Giunta ha dato avvio alle attività di programmazione partecipata del quarto Piano Sociale dell’Ambito Territoriale di Barletta che prevede un sistema integrato di interventi sul territorio, secondo i principi e le finalità del Piano Regionale delle Politiche Sociali 2017-2020 denominato “Puglia sociale, nessuno escluso”. È stato inoltre istituito il tavolo di progettazione partecipata articolato per ambiti tematici quali prima infanzia minori e famiglie (azioni prioritarie: asili nido e altri servizi educativi per la prima infanzia; centri di ascolto per le famiglie; educativa domiciliare per minori; affido familiare e adozione); contrasto alla povertà e percorsi di inclusione attiva (rete di servizi e strutture; percorsi di inclusione socio-lavorativa; prevenzione e contrasto alle dipendenze patologiche); accoglienza e welfare d’accesso (rete del welfare d’accesso; rete per accesso e presa in carico integrata socio-sanitaria); presa in carico integrata delle disabilità e non autosufficienze (cure domiciliari integrate; abbattimento barriere architettoniche; progetti di vita indipendente; servizi a ciclo diurno per anziani, disabili e non autosufficienti; servizi per l’integrazione scolastica degli alunni con disabilità; altre strutture residenziali per disabili ed anziani; rete di servizi e strutture per il disagio psichico); prevenzione e contrasto della violenza di genere e del maltrattamento (équipe integrate; reti antiviolenza).

Elezioni politiche 2018. Assegnazione spazi elettorali.

La Giunta, con due deliberazioni distinte, ha provveduto all’assegnazione di dieci spazi speciali destinati alla propaganda elettorale diretta per il rinnovo del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati del 4 marzo. Gli spazi sono stati assegnati ai richiedenti in base all’ordine comunicato dalla Prefettura di Barletta-Andria-Trani. I tabelloni bifacciali saranno posizionati in via Ammiraglio Casardi, piazza Plebiscito, Lungomare Pietro Paolo Mennea, via Marchisella, via Regina Margherita, via Ruggiero Lattanzio, via dei Salici, via delle Belle Arti, via Vito Antonio Lattanzio, via Vittorio Veneto.

Schedario elettorale informatico.

La Giunta ha preso atto della regolare tenuta dello schedario elettorale informatico. Inoltre, in base alla normativa vigente, con decorrenza dal 1° gennaio 2015, i fascicoli degli elettori emigrati saranno trasferiti dall’archivio di deposito a quello storico, dove verranno custoditi per un periodo di cinque anni per poi essere assoggettati alla ordinaria procedura di scarto.

Congresso nazionale Associazione Otorinolaringoiatri Ospedalieri Italiani.

La Giunta ha concesso l’utilizzo gratuito della Sala rossa “Palumbieri” e dei sotterranei del castello per l’organizzazione del XLII Congresso Nazionale dell’Associazione Otorinolaringoiatri Ospedalieri Italiani (AOOI) in via eccezionale, essendo l’iniziativa programmata per la seconda decade di ottobre, ovvero successivamente alle elezioni comunali.Si sono considerate le incombenze organizzative di un evento a carattere nazionale, nel presupposto che anche la nuova Amministrazione ritenga valevole di particolare rilevanza l’appuntamento scientifico-culturale nazionale che concentrerà nella città di Barletta specialisti otorinolaringoiatri provenienti da tutte le Regioni d’Italia”.

Adesione al progetto “Cosa sei disposto a fare? Mifidodite”.

La Giunta ha deciso di aderire al progetto denominato “Cosa sei disposto a fare? Mifidodite” presentato dall’Associazione Insieme S.I.V.O.L.A. di Barletta nell’ambito delle iniziative per la Giornata Mondiale della consapevolezza sull’autismo. A tale scopo è stato concesso l’utilizzo gratuito della Sala rossa “Palumbieri” e del rivellino del castello per le iniziative da svolgere nei mesi di marzo ed aprile.

Lascia il tuo commento
commenti