Filippo Caracciolo ha appreso ieri, 6 febbraio, di essere indagato nell'ambito dello stralcio di un'inchiesta che riguarda Arca Puglia

Dimissioni Caracciolo, Di Fazio (Pd Bat): «No a sciacallaggio politico»

Il segretario provinciale Pd: "Un avviso di garanzia è uno strumento di tutela verso chiunque sia oggetto di indagine giudiziaria e vige il concetto di presunzione di innocenza in attesa dei vari gradi di giudizio"

Politica
Barletta mercoledì 07 febbraio 2018
di La Redazione
Pasquale Di Fazio
Pasquale Di Fazio © nc

Questa mattina, 7 febbraio, l’assessore regionale Filippo Caracciolo ha rassegnato le sue dimissioni al presidente della Regione Puglia dopo aver appreso ieri, 6 febbraio, di essere indagato nell'ambito dello stralcio di un'inchiesta che riguarda Arca Puglia.

“Rispetto alla vicenda dell’assessore Filippo Caracciolo, ricordiamo a noi stessi e a tutti che un avviso di garanzia è uno strumento di tutela verso chiunque sia oggetto di indagine giudiziaria e che vige il concetto di presunzione di innocenza in attesa dei vari gradi di giudizio sempre che ci sia il rinvio a giudizio - ha dichiarato il segretario provinciale Bat del Pd Pasquale Di Fazio -. Va sottolineata in senso positivo la decisione di Filippo Caracciolo di rimettere nelle mani del Presidente Emiliano la propria delega assessorile all’Ambiente proprio per garantire il proseguo delle attività della Giunta regionale in serenità. Questo atteggiamento certifica il rispetto delle istituzioni che Caracciolo sta dimostrando anche rispetto alle azioni giudiziarie in essere.

Personalmente – conclude Di Fazio - ho certezza del fatto che Caracciolo dimostrerà nelle opportune sedi la sua estraneità ai fatti, superando le inevitabili azioni di sciacallaggio politico che figure apicali del Movimento 5 Stelle, sia a livello locale che nazionale, cominciano a diffondere in rete”.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Perseo Rindinone ha scritto il 07 febbraio 2018 alle 22:13 :

    D'ACCORDISSIMO. COME LA MAGGIOR PARTE DEI POLITICI NON MO FIDO PIÙ PER QUESTO NON VOTO PIÙ DA ANNI. SALUTI Rispondi a Perseo Rindinone

  • Sarci72 ha scritto il 07 febbraio 2018 alle 16:45 :

    Aldilà del suo grado di colpevolezza, è vero che si è dimesso da assessore ma resta consigliere regionale e ciò potrebbe comunque rappresentare un pericolo per la politica collettiva e, permettetemi, una presa in giro nei confronti degli elettori meno informati! Rispondi a Sarci72