In vista delle primarie del 30 aprile

Primarie PD, il ministro Orlando e la sen. Cirinnà a Barletta: presentata la lista e la mozione

Il Ministro della Giustizia Andrea Orlando ha presentato la lista per la BAT e la sua mozione in vista delle primarie del prossimo 30 aprile

Politica
Barletta venerdì 21 aprile 2017
di Cosimo Giuseppe Pastore
Il ministro Orlando, la senatrice Cirinnà e i candidati © BarlettaLive.it

Presentata la lista della provincia BAT per Andrea Orlando candidato alla segreteria nazionale del PD, in vista delle primarie del prossimo 30 aprile.

La sala Consiliare del Teatro Curci ha ospitato l'incontro, tenutosi mercoledì 19 aprile, con la partecipazione del ministro della Giustizia Andrea Orlando e della senatrice Monica Cirinnà, madrina della legge sulle unioni civili.

Organizzato dal comitato "La BAT per Orlando" e moderato da Stefano Chiariello, l'incontro "Verso le Primarie: dialogo sui diritti e sull'Italia" è stato occasione per presentare alla cittadinanza la lista di Orlando per la BAT, e per spiegare la mozione Orlando, supportata dalla senatrice Cirinnà.

La mozione: "Unire l'Italia, unire il PD"

«Un partito pluralista, inclusivo e che parta dagli ultimi»: questo il PD che si prospetterebbe con Orlando alla segreteria del partito.

Restituire ai suoi elettori un PD che sia un partito di sinistra e che riesca a districarsi dalla "stretta" Movimento 5 Stelle-Destra.

«La mozione di Orlando torna a lottare per il riconoscimento dei diritti sociali e civili»: la senatrice Monica Cirinnà commenta così la mozione di Orlando, sottolineando come sia fondamentale la lotta, condotta da lei stessa in prima linea nel 2016, per un paese che riconosca ai suoi cittadini diritti che non possono essere "rivendicati" all'estero.

«Libertà, uguaglianza e laicità» sono le tre parole chiave da elevare a monito affinchè i cittadini si vedano riconosciuti, nel rispetto della Costituzione, diritti imprescindibili per misurarsi con il grado di civiltà raggiunto dal resto dell'Europa.

La crisi del PD

«Il PD attualmente non è in grado di sfidare una destra che si nutre sempre più della paura e dell'ignoranza perchè abbiamo rotto con pezzi di società e di politica» afferma il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, che prosegue «non sono state fatte le corrette riflessioni sul risultato del referendum costituzionale».

Alfredo Reichlin, più volte citato da Orlando, parlerebbe di una "rottura irreversibile tra popolo e istituzioni".

E' innegabile, per il ministro, che ci sia una crisi identitaria del Partito Democratico che sta causando un progressivo allontanamento dei suoi elettori.

Ad incrinare maggiormente la situazione è stato il 40% ottenuto a dicembre, in cui il PD si è totalmente isolato: «Se rimaniamo chiusi in quel 40%, non ci interfacceremo mai con il restante 60% della società italiana» afferma il Ministro.

La lista per la BAT

«Contrastare una situazione di crisi che ha dilapidato un patrimonio storico e culturale, recuperando una nuova classe dirigente che dia spazio ai giovani» afferma il sindaco Pasquale Cascella.

Di qui la necessità di inserire nella lista della provincia BAT per Andrea Orlando segretario del PD, ben tre under 35 come segno di rigenerazione del partito: Amedeo Bottaro, sindaco di Trani; Giuliana Damato, consigliera comunale di Barletta (under 35); Giuseppe Rondinone, presidente del Consiglio comunale di San Ferdinando (under 35); Barbara Costabile, consigliera comunale di Spinazzola (under 35) e Pasquale Cascella, sindaco di Barletta.

Questa la lista in supporto della candidatura di Andrea Orlando alla segreteria del PD, che dovrà sfidarsi con Matteo Renzi e Michele Emiliano, alle primarie del prossimo 30 aprile.


Lascia il tuo commento
Le più commentate
Le più lette