Questa sera, 9 dicembre, incontro con la Compagnia

"Lampedusa" in scena al Teatro Curci i drammi delle migrazioni

Scene di quotidianità raccontate in maniera cruda e diretta dagli attori, che spengono ogni spiraglio di gioia al pubblico

Cultura
Barletta sabato 09 dicembre 2017
di Giacomo Caporusso
Lampedusa
Lampedusa © BarlettaLive.it

Lampedusa è uno spaccato di vita attuale, attraverso un doppio monologo, di due personaggi che in comune hanno un lavoro costellato dalla sofferenza e dalla morte delle persone. Da una parte Stefano, interpretato da uno splendido Fabio Troiano, è un marinaio che ha ereditato questo lavoro dal padre; dall'altra, la vita di una donna immigrata italo-marocchina, interpretata da Donatella Finocchiaro, impiegata in una società di recupero.

Il primo, che con Salvo il suo capitano, si guadagna da vivere raccogliendo i corpi annegati di profughi che cercano di raggiungere la libertà affrontando perfino la morte con viaggi disperati attraverso il Mediterraneo, mentre la seconda, che ogni giorno affronta le scuse e le tragedie più disparate di famiglie sempre più disperate ormai sulla soglia della povertà. Un ping pong straziante di una popolazione che ormai ha perso la fiducia, la speranza e la gioia di vivere, i sotterfugi e gli escamotage per imbrogliare le istituzioni a vantaggio dei furbetti.

Lampedusa è una storia triste che si presenta al pubblico con una scenografia molto minimalista, un faro marittimo circondato da una schiera di lampade a luce fredda che richiamano le stelle in mare aperto. La regia sapiente del barlettano Gianpiero Borgia ha fatto il resto, i rumori le musiche, i trilli di telefoni rappresentano i momenti più emozionanti dello spettacolo. I silenzi assordanti che accompagnano le sensazioni dei personaggi, nel passaggio tra una storia e l'altra. Scene di quotidianità raccontate in maniera cruda e diretta dagli attori, che spengono ogni spiraglio di gioia al pubblico che rimane impotente di fronte a certe crudeltà, almeno fino al colpo a sorpresa delle due storie: un finale che riporterà il sole ad una vita buia e triste. Un epilogo che riporterà la luce alle storie tristi dei due personaggi; così come quando il buio delle tenebre notturne lascia il posto alla luce accecante del sole in un gioco cromatico, passando dal nero all'azzurro attraverso il grigio.


Oggi, sabato 9 dicembre alle ore 18.30 al Teatro Curci la Compagnia incontra il pubblico . Partecipano Gianpiero Borgia, Regista, Donatella Finocchiaro e Fabio Troiano Attori, Lorenzo Chieppa, Presidente Caritas Barletta. Modera Floriana Tolve. Ingresso libero.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette