Il livellamento dei fondali dovrebbe iniziare fra due settimane

Porto di Barletta, l'ass. Caracciolo: «Confermata l'attenzione verso la sua operatività»

Un incontro presso la Lega Navale ieri, 27 dicembre: sono stati illustrati i dettagli dell’operazione di livellamento fondali programmata presso il Porto di Barletta

Cronaca
Barletta giovedì 28 dicembre 2017
di La Redazione
Incontro sui lavori al porto di Barletta
Incontro sui lavori al porto di Barletta © nc

L’assessore regionale alla Qualità dell’Ambiente Filippo Caracciolo con il Direttore Generale di ARPA Puglia Vito Bruno, il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale Ugo Patroni Griffi, il Comandante della Capitaneria di Porto di Barletta Capitano di fregata Sergio Castellano hanno preso parte ad una conferenza stampa tenutasi presso la Lega Navale di Barletta in viale Cristoforo Colombo n. 1, durante la quale sono stati illustrati i dettagli dell’operazione di livellamento fondali programmata presso il Porto di Barletta che consentirà una ripresa dei traffici con la possibilità per imbarcazioni di stazza superiore di accesso al Porto di Barletta.

L’avvio dell’operazione di livellamento dei fondali – spiega l’assessore regionale Filippo Caracciolo – dovrebbe avere inizio nel corso dei prossimi 15 giorni: consentirà una ripresa dei traffici con la possibilità per imbarcazioni di stazza superiore di accesso al Porto in attesa del più strutturale intervento di dragaggio il cui iter è in stato di avanzamento. I lavori sono stati oggetto di tavoli tecnici tenuti in data 30 ottobre 2017 e 27 novembre 2017 che hanno avuto al centro del confronto le procedure relative alla movimentazione dei sedimenti in ambito portuale per le attività di rimodellamento dei fondali al fine di garantire l’agibilità degli ormeggi, la sicurezza delle operazioni di accosto ovvero per il ripristino della navigabilità, con modalità che evitino una dispersione dei sedimenti al fuori del sito di intervento alla luce del nuovo DM 173/2016. Da assessore, nel pieno rispetto sia della normativa e sia di quanto espresso da ARPA, sentiti gli uffici tecnici dello stesso assessorato, ho voluto condividere la proposta di intervento del Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale in modo da tenere in considerazione le legittime istanze degli operatori.

Importante è stato il coordinamento delle attività tra i vari enti coinvolti per evitare il perdurare di una situazione limitativa per la operatività e di conseguenze per gli aspetti commerciali. Dobbiamo con la stessa determinazione puntare alla realizzazione dell’intervento strutturale consistente nella realizzazione dei lavori di dragaggio per il ripristino delle quote preesistenti con cui sarà garantita la piena funzionalità del Porto di Barletta. E’ in corso di svolgimento da parte del’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale la gara avente ad oggetto il servizio di caratterizzazione dei fondali all’imboccatura del porto di Barletta ai sensi del D.M. 173/2016 con un invito a presentare l’offerta. Più precisamente l’oggetto dell’appalto prevede l’esecuzione della caratterizzazione dei fondali all’imboccatura del Porto di Barletta propedeutico ai programmati lavori di dragaggio manutentivo: l’attività dovrà garantire la caratterizzazione dei fondali sino alla profondità di 8,00 m. Il termine ultimo per la presentazione dell’offerta è fissato per il giorno 19 gennaio 2018. Alla gara sono stati ammessi tutti i soggetti interessati che hanno presentato istanza di manifestazione di interesse nei termini e secondo le modalità indicato nell’avviso. Le attività dovranno essere eseguite in 90 giorni naturali consecutivi decorrenti dalla data del verbale di consegna del servizio. Si tratta di un passaggio fondamentale per procedere coi lavori: ottenuti i risultati della caratterizzazione si potrà passare al piano di gestione dei sedimenti, al completamento del progetto esecutivo, verifica e validazione del progetto per poi bandire la gara. Ho chiesto ai rappresentanti dell’Autorità Portuale, cogliendo l’occasione dell’incontro presso la Lega Navale, - conclude Filippo Caracciolo - di fare di tutto per procedere in tempi stretti ad espletare le fasi amministrative dando prova a tutti coloro che attendono da decenni l’opera dell’impegno promosso negli ultimi anni anche come dimostrazione della volontà di fare del Porto di Barletta una delle più importanti infrastrutture del territorio e della Regione”.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette