L'incontro

Ritrovò un anziano scomparso a Bari, il grazie della famiglia al militare della Caserma "Stella"

La famiglia Salerno in visita alla Caserma "Stella" di Barletta, sede dell'82esimo Reggimento Fanteria

Cronaca
Barletta lunedì 17 luglio 2017
di La Redazione
Il militare Luigi Caricola e Carlo Salerno
Il militare Luigi Caricola e Carlo Salerno © n.c.

Questa mattina la famiglia Salerno di Bisceglie ha fatto visita alla Caserma "Ruggiero Stella " in Barletta, sede dell'82 esimo Reggimento Fanteria "Torino", per ringraziare il Fante Luigi Caricola, protagonista del ritrovamento del signor Carlo Salerno scomparso per 24 ore e ritrovato grazie al militare il 13 giugno scorso.

All'incontro, tenutosi nei locali del circolo, era presente il comandante dell' 82 esimo Reggimento, Col. Nicola Serio, alcuni ufficiali dello staff (tra cui il Ten. Col. Zingaro e il Ten. Col. Gian Piero Demarcus ) e il fuciliere Luigi Caricola. L'incontro viene a concludere questa storia iniziata la mattina del 12 giugno scorso presso il Policlinico di Bari dove il signor Carlo si era recato, accompagnato dalla moglie e dalla figlia, per un controllo sanitario.

Qui nella sala d'attesa di un ambulatorio, si perse traccia dell'uomo e ogni tentativo di ricerca risultò vano. La famiglia, temendo il peggio, segnalò la scomparsa alle autorità, all'associazione Penelope e inviò le foto dell'uomo, malato di Alzheimer, ai vari social network. Verso le 2:00 della notte di martedì 13 giugno, il Fante Luigi Caricola, in compagnia della fidanzata, notò un anziano in evidente stato confusionale che si aggirava lungo le corsie del nuovo ponte dell'Adriatico di Bari. Il militare prestandogli soccorso lo riconobbe come la persona scomparsa il giorno prima. Il fante gli chiese dove fosse diretto e l'uomo rispose: «Verso Bisceglie, da Elisabetta che mi ha preparato il pranzo», riferendosi a sua moglie.

A questo punto il militare, dopo aver avvertito le forze di Polizia, lo accompagnò in prefettura. La famiglia Salerno, compreso il signor Carlo, ha espresso un vivo ringraziamento al militare ed a tutti quelli che hanno attivamente partecipato alla ricerca del papà (il presidente dell'Associazione Penelope di Bari Antonio Genchi, l'Ispettore Capo dei Vigili del Fuoco di Bari Nicola Ranieri e tanti altri) che con questo gesto di altruismo hanno permesso di ritrovare il congiunto. Inoltre ha ringraziato l'Esercito per l'attenzione e la disponibilità mostrata in tutta la vicenda, sottolineando che questo gesto non a caso ha visto come protagonista un militare, un rappresentante di una Istituzione che per sua natura è sempre al servizio della comunità.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette