L'iniziativa

Deiezioni canine, protocollata raccolta di firme per maggiori controlli e sanzioni

Cittadini ed esercenti esasperati dallo slalom tra le feci sui marciapiedi. Iniziativa di Forza Italia Giovani

Cronaca
Barletta giovedì 23 febbraio 2017
di La Redazione
Barsa al lavoro per ripulire le strade dalle deiezioni canine © BarSa

Che siano marciapiedi di periferia o in pieno centro, poco cambia: il rischio di calpestare escrementi di cani in città è sempre altissimo. Per non parlare poi delle aiuole nei pressi dei condominii, veri e propri gabinetti pubblici all'aria aperta per gli incolpevoli amici a quattro zampe; i quali, accompagnati in giro dal proprietario per la sgambata quotidiana, hanno tutto il diritto di espletare i propri bisogni fisiologici. Il problema è che l'umano che li conduce ha poi il DOVERE di raccogliere la popò con l'apposita paletta, richiuderla nel sacchetto e buttarla nella spazzatura. E' quanto prevedono i Regolamenti di Polizia Urbana di ogni città, punendo i trasgressori con una sanzione amministrativa dai 25 ai 500 euro. Ma a giudicare dalla quantità di deiezioni canine che imbrattano i marciapiedi, a rispettare le regole sembrano essere davvero in pochi.

Le denunce dei cittadini esasperati da tanta inciviltà, sui social e ai media locali, sono quotidiane. Ieri il caso di via Bramante, prontamente ripulita in giornata dagli addetti Bar.S.A. (in foto), dotati dell'apposito veicolo per l'aspirazione delle feci. Nella stessa giornata il servizio è stato eseguito anche in via Chieffi (in foto), altra strada “privilegiata” per le passeggiate dei cani e dei loro padroni “zozzoni”. Tempo qualche giorno e purtroppo la pulizia effettuata sarà solo un ricordo. Cosa fare quindi? Forza Italia Giovani ha protocollato ieri una raccolta di firme di cittadini ed esercenti che chiedono all'Amministrazione maggiori controlli e l'applicazione delle sanzioni previste.

"È stata una raccolta firme voluta e che ha riscosso subito l'interesse di cittadini e commercianti." - scrive Tonio Di Cuonzo, coordinatore cittadino di Forza Italia Giovani - "Camminare sui marciapiedi della nostra città ormai è diventata un'impresa. Mi viene da pensare ai marciapiedi della zona di Via Chieffi o Via Vitrani, ma la problematica è comune a tutte le zone cittadine e nelle periferie, ad esempio. È, ormai, un vero e proprio slalom tra le feci canine. Spiace poi sentire gente che inveisce contro i poveri cani che non hanno colpa alcuna della maleducazione ed inciviltà dei proprietari. Personalmente possiedo un cane ed, alle volte, mi sento in imbarazzo a passeggiarci schivando feci abbandonate sui marciapiedi (e lasciate lì per giorni) che qualcuno potrebbe pensare essere in quel momento, per esempio, del mio cane. Penso - ha aggiunto Di Cuonzo - anche agli esercenti che trovano spesso tali "regalini" dinanzi alle loro attività. Non è più tollerabile ed è proprio per questo che, ieri 22 febbraio, ho protocollato tale richiesta con relativa raccolta firme di esercenti e cittadini per chiedere a chi di competenza l'immediata predisposizione di frequenti controlli, magari anche per mezzo di vigili urbani in borghese, e l'erogazione delle relative pesanti sanzioni per gli incivili che ogni giorno stuprano la nostra città. Auspico -ha concluso il coordinatore cittadino di FIG Tonio Di Cuonzo - che davvero la richiesta sia presa in considerazione quanto prima per il bene ed il decoro della Città di Barletta".

Lascia il tuo commento
I commenti degli utenti
  • ragnatela giuseppe ha scritto il 05 marzo 2017 alle 15:57 :

    Trovo estremamente risibile sia "l’iniziativa" del politico di turno ed anche della redazione nel dare pubblicità ad una "iniziativa risibile". Nel regolamento del comune di Barletta è scritto che i proprietari di cani devono essere muniti, quando portano i cani a passeggio per la città ed anche sulla spiaggia sia di ponente che di levante, dell’occorrente per raccogliere le feci dei cani. La mancata presenza di questo materiale a loro mani è di per se SANZIONABILE. Sulle spiagge, che tra poco saranno utilizzate dai cittadini per rinfrescarsi dal caldo estivo è tutto un brulicare di cani che defecano ed urinano in tutta tranquillità. Di pattuglie della polizia locale non c’è alcuna traccia. C’è forse bisogno di una mia firma affinché la polizia comunale faccia il proprio dovere? Rispondi a ragnatela giuseppe

  • Gianfranco ha scritto il 24 febbraio 2017 alle 12:46 :

    Salve premetto di essere d’accordo però vorrei vedere la stessa solerzia dei cittadini anche quando sono testimoni di gravi atti criminosi quali scippi rapine furti e aggressioni Mio malgrado in tal caso devo prendere atto che la testa in quei casi si gira spesso dall’altro lato Rispondi a Gianfranco

  • Francesco Rociola ha scritto il 24 febbraio 2017 alle 10:34 :

    fare un censimento di tutti i cani presenti nella città e schedare il loro DNA. Quando si ritrova un deiezione a terra si procede al risalire a chi appartiene e al proprietario gli arriva al multa direttamente a casa. Con i proventi delle multe si procede al finanziamento della pulizia da parte della BARSA e alla creazione di aree x cani. Così non si intacca la tasca del cittadino che non possiede animali e deve pagare e subire queste ingiustizie. Rispondi a Francesco Rociola

  • Mery ha scritto il 23 febbraio 2017 alle 16:16 :

    Dove si va x firmare? Rispondi a Mery

    Redazione BarlettaLive.it ha scritto il 24 febbraio 2017 alle 10:09 :

    Salve, le firme sono state già raccolte e depositate in Comune. Rispondi a Redazione BarlettaLive.it

Le più commentate
Le più lette