L'uomo soffriva già di altre patologie

Meningite, a Barletta primo caso in Puglia: ricoverato a San Giovanni Rotondo

La meningite diagnosticata sarebbe virale, non batterica, quindi non infettiva

Cronaca
Barletta giovedì 05 gennaio 2017
di La Redazione
test meningite © nc

E' stato diagnosticato a Barletta il primo caso di meningite in Puglia, l'infezione che sta tenendo in allerta l'intera nazione. Un 43enne di origini senegalesi, residente a Barletta da anni e sofferente da tempo di diverse patologie, è giunto presso l'ospedale "Dimiccoli" con sintomi tipici ma la meningite accertata dai medici del nosocomio barlettano sarebbe virale, non batterica e, dunque - precisa l'azienda sanitaria - non infettiva.

L'uomo già ieri e' stato trasferito presso la Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo (Foggia), dove si trova ricoverato nel reparto di Rianimazione. Quando e' arrivato in ospedale a Barletta, il 43enne era semi-incosciente e presentava una grave insufficienza respiratoria. E' stato intubato e trasferito nell'ospedale foggiano. Le sue condizioni sarebbero stabili.

Sebbene a livello mediatico vi sia ampia e doverosa attenzione sui numerosi casi registrati nelle ultime settimane, il Ministero della Salute precisa che "al momento non esiste alcuna situazione epidemica. Dati nella norma”. Infatti nel 2015 sono stati diagnosticati 1.815 casi in Italia, contro i 1.376 del 2016. Possono causare la meningite batteri come il meningococco (di vari ceppi, come il tipo B e il tipo C, A, Y, W135), lo pneumococco (l’agente della polmonite invasiva), l’emofilo influenzale, ma anche il bacillo della tubercolosi, così come stafilococchi, streptococchi e batteri coliformi (batteri comuni, ma con aggressività variabile, spesso secondo le condizioni di salute della persona colpita), che però non danno origine alla malattia nella sua forma invasiva.

Lascia il tuo commento
Le più commentate
Le più lette