Numerosi i partecipanti che hanno impreziosito il corteo

Ad Andria 200 figuranti fanno rivivere l'emozione dell'ultimo transito di Sant'Antonio

Tra i figuranti, il gruppo di sbandieratori "Fieramosca" di Barletta

Attualità
Barletta mercoledì 13 giugno 2018
di La Redazione
Oltre 200 figuranti fanno rivivere l'emozione dell'ultimo transito di Sant'Antonio
Oltre 200 figuranti fanno rivivere l'emozione dell'ultimo transito di Sant'Antonio © AndriaLive

É giunta alla IX edizione e riscuote un successo di pubblico sempre maggiore la rievocazione storica, organizzata dalla Parrocchia di Santa Maria Vetere, del transito di Sant’Antonio. Il Santo fu portato, il 13 giugno 1231, dal romitorio di Camposampiero verso il convento di Santa Maria Mater Domini di Padova, dove aveva chiesto di poter morire. Deposto su un carro trainato da buoi per essere trasportato a Padova, Antonio giunse all’Arcella, un borgo della periferia, dove fu colto da morte e spirò mormorando: “Vedo il mio Signore!”. La notizia della sua morte si sparse rapidamente per la città, gridata per le strade dai bambini: “É morto il padre santo, è morto Sant’Antonio!”, e molti, tra nobili e popolani, si precipitarono per avere una sua reliquia o accostare degli oggetti al suo corpo.

Così, a distanza di 887 anni, la devozione popolare rivive questo momento con una sfilata lungo le vie del quartiere di Santa Maria Vetere e del centro città in cui si alternano dame e popolani, bambini e frati in costume, tutti sotto l'egida dell'amore per il Santo di Padova.

Numerosi i partecipanti che hanno impreziosito il corteo: l’Associazione ‘La tradizione degli Svevi’ di Trani, con i suoi figuranti, il gruppo di sbandieratori “Terra Grumi” di Grumo Appula (BA) e "Fieramosca" di Barletta (BT), i ragazzi del coro Rodari della scuola Don Bosco, guidati dal prof. Riccardo Lorusso, che hanno avuto il compito di aprire il corteo annunciando la morte del santo, e i giovani ospiti del centro di accoglienza Buona Speranza.

Le celebrazioni in onore del Santo proseguiranno, nei prossimi giorni, con momenti di preghiera e celebrazioni eucaristiche, ma anche eventi di aggregazione dedicati a famiglie, bambini e anziani: si concluderanno sabato 16 giugno con l'estrazione della lotteria parrocchiale e lo spettacolo "Bulli e pupe".


Lascia il tuo commento
commenti