Il resoconto dell'incontro

Regolamenti dehors, Confesercenti Bat incontra la Regione per definire linee guida

Risulta indispensabile armonizzare i Regolamenti Comunali, eliminando tutta una serie di ostacoli procedurali e burocratici a carico degli esercenti che richiedono autorizzazioni alla installazione dei Dehors

Attualità
Barletta giovedì 17 maggio 2018
di La Redazione
Dehors
Dehors © n.d.

Si è svolta martedì, su richiesta dei mesi scorsi del Presidente Regionale di Confesercenti, dott. B.Campobasso, l’audizione in IV Commissione della Regione Puglia richiesta dal Cons. Reg.le, dott. R.Mennea, sul tema: “I Regolamenti sui Dehors - problemi sollevati dalla Confesercenti sulla loro installazione”, con il fine del Presidente, dott. Pentassuglia ed i componenti la Commissione, di ascoltare l’Assessore al ramo, l’ ANCI, le Sovrintendenze e la Associazione di Categoria richiedente.

Introdotta dal Cons. Mennea, che ha sottolineato la indispensabilità di armonizzare i Regolamenti Comunali, eliminando tutta una serie di ostacoli procedurali e burocratici a carico degli esercenti che richiedono autorizzazioni alla installazione dei Dehors, al fine di garantire celerità, chiarezza, trasparenza e certezza applicativa del diritto omogeneamente sul territorio pugliese, ha subito dopo visto l’accorato e competente intervento del Presidente, dott. D. Pentassuglia, il quale, prima di dare la parola al v. direttore Confesercenti Puglia, dott. R. Landriscina, ha evidenziato la delicatezza del tema trattato e la diffusione delle conseguenti problematiche di carattere Turistico - Commerciale su tutto il Territorio Regionale, che, alle porte della imminente Stagione Estiva, pur se in forte ritardo, ha bisogno di dare soluzioni tempestive agli imprenditori, scevre da rimpalli burocratici.

Si parla tanto, ha continuato il Presidente Pentassuglia, dei primati del Turismo Pugliese, del miglioramento dell’offerta di servizi al turismo e di destagionalizzazione ma il blocco dei lavori per le installazioni dei Dehors in alcuni comuni rischiano di produrre danni all’ Economia Privata con gravi ricadute, però, anche sul Pubblico e sulla immagine della Regione Puglia votata, a detta di tutti, ad un’ Offerta Turistica di Qualità.

Per questi motivi il Presidente Pentassuglia ha ringraziato il cons. Mennea e la Confesercenti Reg.le Puglia per aver messo al centro dell’attenzione politica una tematica scottante e fortemente d’attualità su cui ha espresso da subito che garantirà l’impegno dell’ intera IV Commissione Consiliare.

Il Direttore Confesercenti Puglia ha, a sua volta, ringraziato personalmente, ed a nome del Presidente Campobasso, il cons. Mennea ed il Presidente Pentassuglia per la sensibilità mostrata ed ha relazionato sul tema, evidenziandone le criticità, le difficoltà procedurali e le diverse problematiche che gli imprenditori, unitamente ai loro tecnici, si trovano ad affrontare nelle richieste di autorizzazione alla installazione dei Dehors, a partire da fattispecie semplici quali “ombrelloni, tavolini e sedie”, per finire a manufatti e strutture chiuse, semichiuse, ecc., sicuramente più complessi.

Certamente la multidisciplinarità della “tematica Dehors” non aiuta nella semplificazione della trattazione delle procedure di rilascio delle autorizzazioni nelle aree sottoposte a vincoli di varia natura, monumentali, storici e paesaggistici, ma si potrebbe intervenire sulla razionalizzazione degli interventi di moltiplicazione di soggetti istituzionali preposti e delle relative procedure burocratiche necessarie, utilizzando gli strumenti di semplificazione degli sportelli unici (SUAP) e delle S.C.I.A. (Segnalazione Certificata di Inizio Attività).

Ha evidenziato, a tal proposito, la complessità e la farraginosità delle procedure burocratiche necessarie anche in presenza di Regolamenti Comunali regolarmente approvati dai Consigli Comunali (vedi il recente caso Barletta, inapplicato dal SUAP per conflitti sorti con la Sovrintendenza competente), oltre alle difficoltà degli stessi uffici SUAP a garantire tempi certi e procedure chiare, ed altrettanto certe, rispetto a Pareri ed Autorizzazioni di competenza di altri Uffici ed Enti, interni od esterni alle Pubbliche Amministrazioni quali Uffici Tecnici ed Urbanistici, Demanio, Dogana, ASL, Vigili Urbani, Capitaneria di Porto, ecc…

Il v. Direttore Confesercenti Puglia, dott. Landriscina, ha poi velocemente illustrato come anche la semplice diversità di tipologia dei Dehors renda ancor più complessa una procedura di rilascio autorizzazione alla installazione relativamente alla loro tipologia, ossia se effettuata con Tavolini, Ombrelloni e Sedie e/o con strutture aperte, semiaperte, semi chiuse e chiuse; per queste ultime le problematiche aumentano a dismisura circa le varie interpretazioni date dagli uffici sui concetti di “fissità ed amovibilità” di una struttura e della possibilità o meno di installazione “in autoportanza” su “Pedane”; casi in cui, a parere della Confesercenti, si potrebbero evitare lunghi e faticosi iter per il rilascio di “Permessi a costruire”, aggravati da interpretazioni di alcuni tecnici secondo i quali si rendono necessarie le autorizzazioni di “staticità” da parte degli uffici del Genio Civile.

Anche la “tipologia temporale”, banalmente indicata, in “temporanea” (meno di un anno) e “continuativa” (pluriennale), crea complessità in quanto l’imprenditore si trova di fronte ad esborsi economici presso gli uffici tributi competenti di una imposizione TOSAP molto più alta in caso di “Temporaneità” e molto più conveniente in caso di “continuatività”; chiaramente spesso quest’ultima viene negata.

Un ultimo riferimento viene fatto da Confesercenti circa l’applicabilità del DPR n.31/2017 che individua gli interventi esclusi dalla autorizzazione paesaggistica o sottoposti a procedura autorizzatoria semplificata.

Il dott. Landriscina chiede di farsi carico, come Commissione, di individuare con certezza, magari attraverso una interrogazione degli Uffici Regionali competenti direttamente al MIBACT, nell’applicabilità di tale norma anche per i casi in cui la Sovrintendenza rilascia autorizzazioni che fanno riferimento a “vincoli monumentali e storici” (e non paesaggistici), considerando tali vincoli sicuramente di minore portata e valenza rispetto a quelli Paesaggistici che, con tale recentissima norma (Luglio 2017), prevede molti meno vincoli e maggiori facilitazioni procedurali.

Concludendo, il dott. Landriscina, chiede conseguentemente, cosi come accennato dal cons. Mennea, la possibilità di organizzare un Tavolo di Lavoro, concertato con gli Attori Istituzionali ed il Partenariato Datoriale avente l’obbiettivo di studiare “Linee Guida” e/o documenti similari interpretativi e/o normativi utili a semplificare, rendere più chiara, certa nei tempi ed omogenea la procedura da seguire nei rilasci delle autorizzazioni per le installazioni dei Dehors presso gli uffici SUAP.

Terminato l’intervento del rappresentante di Confesercenti, sono intervenuti il cons. Damascelli e il cons. Casini che hanno condiviso le preoccupazioni degli operatori del “settore turismo”, garantendo il loro massimo appoggio al Presidente Pentassuglia nel raggiungere l’obbiettivo prefissato di semplificare, rendere chiare e certe le procedure di cui alla problematica trattata per dare certezza e celerità agli imprenditori di un “Settore” trainante come il turismo, anche attraverso strumenti normativi “ad hoc” (si è discusso anche della possibilità di normare “regolamenti tipo”) che evitino conflittualità fra uffici e fra questi ultimi e le imprese.

Il Presidente Pentassuglia prima di concludere ha accolto e fatto sua la relazione di Confesercenti e le preoccupazioni espresse dagli interventi dei consiglieri presenti, garantendo al dott. Landriscina ed al cons. Mennea, garantendo a breve la convocazione di un nuovo incontro da allargare anche alla Confcommercio ed ai Sindacati dei Lavoratori.

Nello stesso incontro sarà sua cura avere la certezza della partecipazione del rappresentante dell’ ANCI e dei vari assessori regionali competenti in materia, vista la multidisciplinarietà dei temi trattati.

Il v. Direttore Confesercenti Puglia, Landriscina ha ringraziato ancora il dott. Pentassuglia, auspicando che il suo autorevole intervento e quello dei rappresentanti di tutte le forze Politiche che si sono mostrate attente a tale problematica possano ingenerare un comportamento virtuoso da parte dei rappresentanti tecnici degli uffici competenti nel non limitarsi a dire ciò che non si può fare ma, al contrario offrire soluzioni tecniche ad imprenditori commerciali e turistici che contribuiscono, con la loro offerta di servizi, a dare una immagine positiva e lustro alla Regione Puglia e, contemporaneamente riabilitare la categorie spesso, incolpevolmente per quanto relazionato, additata come esercente forme abusive di impresa.

Lascia il tuo commento
commenti