Si terrà il 16 febbraio

​“Il pianeta adolescenza: conosciamolo meglio”, convegno dell'ITS Nervi

Specialisti, genitori e alunni si confronteranno su vari temi legati all'adolescenza

Attualità
Barletta martedì 13 febbraio 2018
di La Redazione
Locandina convegno ITS Nervi
Locandina convegno ITS Nervi © nc

“Il pianeta adolescenza: conosciamolo meglio” è il titolo scelto per il convegno organizzato dall’ITS “Nervi” di Barletta, che si terrà venerdì 16 febbraio presso il teatro San Francesco in via Milano. A partire dalle ore 16.30 specialisti, genitori e alunni si confronteranno sui molteplici aspetti legati alle trasformazioni peculiari dell’età adolescenziale.

Il programma prevede:

Ore 16.30 Saluti istituzionali:

Prof. Dott. Antonio Catapano, Dir. Scolastico "IISS Fermi-Nervi-Cassandro»

Ore 16.45 Relazione introduttiva:

Lisa Marcone “Equilibrio & BioBenessere”

Dalle ore 17.00 Interventi:

Dott.ssa Lucia Crispino “Una corretta alimentazione è la medicina del futuro”

L'adolescenza è il periodo di maggior incremento dello sviluppo fisico ed è una fase emozionale delicata e complessa in cui la nutrizione riveste un ruolo fondamentale: si fondano le basi di una corretta alimentazione che completerà lo sviluppo psicofisico e costituirà una sorta di intervento preventivo per molte patologie. Malgrado ciò, l’alimentazione degli adolescenti predilige sin da sempre il cosiddetto “junk food” o cibo spazzatura. Stando alle stime delle autorità sanitarie, un bambino su tre soffre di allergia o intolleranza alimentare, problema che sicuramente dipende da una serie di concause, ma sul quale l'alimentazione incide in maniera estremamente significativa.

Dott. Armando Gisotti “Le patologie di larga diffusione e la correlazione con l’alimentazione”

Le patologie cardiovascolari e neoplastiche, nonostante i progressi farmacologici e tecnologici, rappresentano ancora la prima causa di mortalità nel mondo occidentale. Inoltre le patologie osteoarticolari (artrosi, artrite), autoimmuni (Morbo di Crohn, celiachia, tiroiditi, psoriasi, lupus eritematoso sistemico) e neurodegenerative (Sclerosi Multipla, Alzheimer, Parkinson) dapprima prevalentemente a carico della terza età,colpiscono una popolazione sempre più giovane con conseguente aumento della disabilità e peggioramento della qualità di vita. Tutto ciò ha comportato un aumento nella prescrizione di farmaci (antipertensivi, antinfiammatori immunosoppressori, chemioterapici) gravati da numerosi effetti collaterali tali da determinare ulteriori prescrizioni farmacologiche o, nei casi più gravi, l'ospedalizzazione.

Prof. Dott. Giuseppe Massara “Gestione ergonomica del corpo nell’età evolutiva: prevenzione dei paramorfismi”

Il sempre più crescente problema dell’ipocinesia, conseguente al moderno stile di vita ed alle problematiche correlate (obesità, depauperamento del patrimonio motorio e degli schemi motori di base, conoscenza ed ergonomico uso del proprio corpo nella statica ed in azione, disposture ed alterazioni della postura e dell’assetto del rachide, riduzione delle capacità coordinative e condizionali con inevitabili conseguenze sullo sviluppo dell’apparato locomotore ecc.) impone la necessità di estendere il processo educativo all’incrementodellastrutturazione di una corporeità consapevolmente gestita nelle svolgimento delle attività quotidiane, al fine di ridurre le conseguenze di cattive abitudini posturali e quelle derivanti dalla sommatoria temporale di poli-micro-stress dinamici, sulle strutture anatomiche sottoposte ad eccessivo carico per cattivo uso del proprio corpo.

A tale scopo è fondamentale informare i ragazzi sulla relazione corpo-movimento-salute e soprattutto sensibilizzare famiglie e docenti sui danni da errate posture nella statica e nella dinamica ed il loro collegamento con l’insorgenza di paramorfismi, come cifosi e scoliosi.

Dott.ssa Daniela Dellaquila “La logopedia miofunzionale e i problemi posturali e digestivi”

La bocca è insieme al piede, occhio, apparato vestibolare di fondamentale importanza per il sistema posturale. Cranio ,lingua, denti ,mandibola, e colonna cervicale formano un unità iscindibile e relazionata all'intera postura .

Abitudini viziate come succhiamento del pollice, uso prolungato del biberon o del succhiotto qualunque fattore che obblighi la lingua a restare ancorata al pavimento orale oppure traumi cranio facciali possono causare problemi, sui quali si interviene attraverso la rieducazione miofunzionale che si avvale di esercizi propriocettivi per migliorare la percezione motoria e il controllo fine dei muscoli e costa di tre fasi apprendimento del nuovo schema motorio, memorizzazione e automatizzazione.

Ore 18.00 Apertura Tavola Rotonda.

Ore 18.30 Conclusione dei lavori.

Lascia il tuo commento
commenti