L'iniziativa

"Befana in Pediatria" all'ospedale Dimiccoli con l'associazione Arges

All’iniziativa parteciperà anche il Consigliere Comunale e Presidente della Commissione Consiliare Statutaria “Controllo e Garanzia” del Comune di Barletta, Ruggiero Marzocca

Attualità
Barletta mercoledì 03 gennaio 2018
di La Redazione
Locandina Befana in Pediatria
Locandina Befana in Pediatria © nc

Venerdì 5 gennaio 2018 alle ore 11 l'Associazione ARGES ONLUS ha organizzato la “Befana in Pediatria 2018” presso il Reparto di Pediatria dell’Ospedale Civile “Mons. Dimiccoli” di Barletta.

L’iniziativa prevede la consegna da parte di una befana, insieme ai volontari dell’ARGES ONLUS, di calze piene di dolci ai piccoli degenti del Reparto di Pediatria dell’Ospedale “Mons. Dimiccoli” di Barletta, oltre ai presepi in cioccolato facenti parte della iniziativa benefica “cioccolarges”

L’ Associazione ARGES ONLUS, che si occupa di offrire assistenza domiciliare gratuita ai pazienti in fase avanzata di malattia, opera su base di volontariato e persegue finalità di solidarietà.

All’iniziativa parteciperà anche il Consigliere Comunale e Presidente della Commissione Consiliare Statutaria “Controllo e Garanzia” del Comune di Barletta, Ruggiero Marzocca, il quale evidenzia l’importanza dell’iniziativa, non solo per regalare un momento di gioia, come ogni anno e di allegria ai piccoli degenti del reparto di Pediatria, attraverso la consegna del simbolo per eccellenza della Epifania, la Befana appunto, ma anche per la sua rilevanza da un punto di vista solidale.

L’Associazione ARGES ONLUS, la cui attività è orientata all’impegno per il sociale, con questa iniziativa si vuole prefiggere l’obiettivo di restituire il sorriso in un momento di particolare difficoltà e di dolore.

Pertanto, concludono gli organizzatori dell’iniziativa, la consegna delle calze della befana e dei presepi in cioccolato vuole essere un piccolo gesto all’insegna della solidarietà, fondamentale per aiutare i bambini a vivere meglio l’esperienza della malattia e del ricovero nonché a rendere più confortevole la permanenza dei piccoli degenti in ospedale durante le festività natalizie.

Lascia il tuo commento
commenti