Barletta - domenica 21 febbraio 2016 Politica

La polemica

Via Romanelli, la replica di Santeramo: «Dal centrodestra accuse indegne, mai detto bugie»

Il consigliere Santeramo si difende dicendo che il centrodestra "cavalca i disagi degli abitanti al fine di strumentalizzare la vicenda per scopi elettorali"

Il consigliere PD Antonio Santeramo © n.c.
di Redazione

Il consigliere comunale del Partito Democratico e Presidente della Commissione Urbanistica e Pianificazione del Territorio, Antonio Santeramo, chiamato in causa in prima persona dalle opposizioni di centrodestra nella polemica relativa ai lavori stradali realizzati nei giorni scorsi in via  Romanelli, replica alle accuse di aver fornito una versione non veritiera dei fatti.

"Accuse indegne e attacchi strumentali"

“Ringrazio - scrive il consigliere del Partito Democratico Antonio Santeramo - i capigruppo delle forze di opposizione di centrodestra per l’attenzione che mi riservano alla quale sono tuttavia costretto a ribattere per smentire e smontare le accuse indegne mosse nei miei confronti. Voglio rendere chiaro a tutti, in primis ai cittadini, quanto strumentali siano gli attacchi da me subiti sul piano sia politico che personale. Non ho mai ed in nessuna sede lasciato intendere che l’intervento effettuato nei giorni scorsi in via Romanelli fosse un intervento di asfaltatura. Sfido chiunque a dimostrare il contrario. Anzi, ho parlato di intervento tampone teso a colmare le buche per finalità legate alla sicurezza degli operai della Cobar e per alleviare i disagi degli abitanti e l’ho fatto solo dopo aver interrogato i competenti uffici tecnici comunali. Le mie parole non si prestano ad alcun equivoco tranne da parte di chi le travisa perché, come nel caso degli esponenti di centrodestra, ha come unico obiettivo quello di cavalcare i disagi degli abitanti al fine di strumentalizzare la vicenda per scopi elettorali. Non mi farò scoraggiare dagli attacchi scomposti del centrodestra e voglio ribadire - continua Antonio Santeramo - l’intenzione di seguire l’evolversi della vicenda per rappresentare gli interessi legittimi di chi come me abita e frequenta la zona 167”.

"La politica torni sui binari corretti del confronto"

“Continuerò a controllare e sollecitare, nelle vesti di consigliere comunale, gli uffici tecnici affinché i lavori di urbanizzazione della 167 siano fatti nel più breve tempo possibile. Perché so bene, vivendoci, quanto è poco dignitoso e difficile da sopportare vivere nelle condizioni in cui ci troviamo ancora adesso: con fango, polvere, scarsa illuminazione e mille altre difficoltà che pregiudicano la sicurezza e l’incolumità fisica…io stesso ho subito alcuni giorni fa un tentativo di furto dell’automobile con annesso danneggiamento. In ogni caso tengo a precisare ed è corretto ricordare che l’invivibilità della 167 con cui tutti siamo costretti da troppo tempo a convivere rivengono da scelte tecniche fatte più di un decennio fa e assolutamente non ascrivibili all’amministrazione Cascella. Riservandomi di dare seguito ad azioni che tutelino la mia immagine personale e professionale, mi piacerebbe che la discussione politica possa tornare sui binari corretti del confronto e della dialettica politica e che abbia sempre come obiettivo la risoluzione dei problemi della città. Riscontro invece nell’arrembante strategia messa in campo dall’opposizione toni tipici della campagna elettorale”.

Lascia il tuo commento
La pubblicazione dei commenti deve rispettare alcune Regole di buon costume e rispetto nei confronti degli altri
Clicca qui per maggiori dettagli
Commenta
  • Violano la legge sulla stampa
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Sono scritti in chiave denigratoria
  • Contengono offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede
  • Incitano alla violenza e alla commissione di reati
  • Contengono messaggi di razzismo o di ogni apologia dell’inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto ad altre
  • Contengono messaggi osceni o link a siti vietati ai minori
  • Includono materiale coperto da copyright e violano le leggi sul diritto d’autore
  • Contengono messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S. Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti web non inerenti agli argomenti trattati
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono.
Chiudi Non visualizzare di nuovo