Il caso

Disservizio audio durante la processione del Venerdì Santo: i chiarimenti della Diocesi

Pare che agli organizzatori non fosse stato comunicato nulla a riguardo da parte della ditta

Cultura
Barletta sabato 26 marzo 2016
di Redazione
La processione pomeridiana del Venerdì Santo
La processione pomeridiana del Venerdì Santo © Barlettalive.it

Grande delusione e malcontento tra i fedeli che ieri, nel primo pomeriggio, hanno assistito alla processione del Venerdì Santo. A causa di un disservizio tecnico, non sono stati predisposti né il palco né il service audio necessario per permettere ai presenti di ascoltare le letture sacre. L'organizzazione della cerimonia è stata infatti molto criticata dai cittadini, anche sui social network, per cui in merito è giunta una nota da parte dell'ufficio stampa della Diocesi.

"Tenuto conto di alcune notazioni, anche dal tono critico, con richiesta di chiarificazione apparse sul alcuni organi di stampa e pervenute altresì per via informale ai responsabili del clero cittadino, tutte relative alla mancanza del servizio audio a Piazza Plebiscito in Barletta   durante la Processione eucaristico-penitenziale svoltasi ieri, 25 marzo 2016, Venerdì Santo,  nel primo pomeriggio, ai  fini di un corretto servizio di informazione, questo Ufficio comunica quanto segue:·      

Esprime disappunto per quanto accaduto, in quanto la sosta della Processione a Piazza Plebiscito rappresenta uno dei momenti più significativi e partecipati all’interno della medesima. La mancanza delle attrezzature audio ha impedito a tantissimi presenti, ad eccezione di
coloro che erano prossimi all’area di svolgimento dell’azione liturgica,  affollati in Piazza Plebiscito, di seguire e ascoltare le letture bibliche proclamate, la successiva riflessione del Cardinale Francesco Monterisi e il tradizionale canto del Christus composto dal musicista barlettano Giuseppe Curci.

·      In verità, il disservizio è stato registrato, sempre ieri sera, nei pressi della Basilica del Santo Sepolcro, al termine della Processione del Sacro Legno, quando l’Arcivescovo Mons. Giovan Battista Pichierri ha espresso una riflessione con successiva benedizione finale.

·      Ai responsabili e agli organizzatori della Processione nessuno aveva comunicato che non sarebbe stato garantito il citato servizio audio, per cui l’accaduto ha veramente colto di sorpresa tutti.

·      Che tale servizio, come da sempre e come fatto di consuetudine, avrebbe dovuto essere assolto  da una ditta locale che, questa volta, senza alcun preavviso, non ha approntato nulla con conseguente e grave disagio dei barlettani e non accorsi per partecipare agli eventi.

Per il resto, la Processione eucaristico-penitenziale, come quella del Sacro Legno della Croce, si sono svolte con grande partecipazione di popolo, in una clima di silenzio e preghiera, con il sostegno e la presenza del clero, delle associazioni, delle confraternite, delle diverse autorità amministrative (di cui si apprezza la celerità di deliberazione del contributo comunale)  e pubbliche, entrambe rivelandosi ancora una volta imprescindibili eventi identitari  della Città di Barletta".

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette