Barletta - domenica 10 gennaio 2016 Cultura

Ultimo giorno

Officina Art: un attestato di stima “d’autore” per la riapertura straordinaria

La visita a sorpresa della pittrice Maria Picardi Coliac e la sua soddisfazione per la mostra in via D'Aragona

officina art
officina art Una delle opere esposte per "Officina Art" © La mostra
di Roberto Moscatelli

L’Officina Art a gran richiesta riapre i battenti: per altri due giorni, sabato 9 e domenica 10 gennaio, sarà possibile visitare le opere degli artisti Armenio, Barracchia, Lamonaca, Mascolo, Piccolo e Saracino collocate in una vecchia officina meccanica al 72 di via Ferdinando D’Aragona.

Intanto gli artisti hanno ricevuto una graditissima sorpresa: l’attestato di stima di un’artista della caratura di Maria Picardi Coliac. La pittrice, infatti, ha visitato la mostra e ne è rimasta piacevolmente impressionata, al punto di imprimere immediatamente e di proprio pugno la propria soddisfazione su carta.


«Qui a Barletta non c’è spazio per gli artisti –ha scritto tra le altre cose la nota artista oggi novantenne- per organizzare mostre ed ancora meno per avere adito al farsi conoscere…E allora? Sei giovani baldanzosi manipolatori di pennelli ed altro, senza esitazione hanno deciso che questo locale unto, maculato, dai muri scrostati, divenisse la loro casa espositiva in allegria».


Sono queste alcune delle affettuose parole che la Picardi Codiac ha voluto spendere nei confronti di una collettiva che ha avuto il merito di nascere dal nulla e fare di un vecchio edificio di lavoro meccanico uno spazio condiviso per l’arte.
Oggi è l’ultimo giorno di apertura straordinaria: a buon intenditor…

Lascia il tuo commento
La pubblicazione dei commenti deve rispettare alcune Regole di buon costume e rispetto nei confronti degli altri
Clicca qui per maggiori dettagli
Commenta
  • Violano la legge sulla stampa
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Sono scritti in chiave denigratoria
  • Contengono offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede
  • Incitano alla violenza e alla commissione di reati
  • Contengono messaggi di razzismo o di ogni apologia dell’inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto ad altre
  • Contengono messaggi osceni o link a siti vietati ai minori
  • Includono materiale coperto da copyright e violano le leggi sul diritto d’autore
  • Contengono messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S. Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti web non inerenti agli argomenti trattati
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono.
Chiudi Non visualizzare di nuovo