Il fatto giudiziario

Processo derivati Banca Intesa, il pm chiede condanne per tre funzionari della filiale di Barletta

Chiesta l'assoluzione per l'ex ministro Passera e i vertici della banca

Cronaca
Barletta mercoledì 13 settembre 2017
di La Redazione
Corrado Passera
Corrado Passera © n.c.

Assoluzione per gli ex vertici di Banca Intesa e Caboto (oggi Banca Imi); condanne a due anni e mezzo per tre dirigenti di entrambi gli istituti; e ancora a due anni per i dipendenti della filiale barlettana di Intesa. Sono le richieste formulate dal pm Michele Ruggiero al termine della requisitoria per il processo in corso davanti al Tribunale di Trani per la presunta truffa dei prodotti derivati di Banca Intesa Sanpaolo, venduti a due imprenditori barlettani tra il 2004 e il 2011.

In tutto 15 gli imputati tra ex vertici, dirigenti e dipendenti di Intesa Sanpaolo e di Banca Caboto: per sei di loro l’accusa ha chiesto condanne (tra i due anni e i due anni e sei mesi) al termine del processo. La sentenza del giudice monocratico Andrea D’Angeli si conoscerà il 2 ottobre prossimo.

La Procura aveva mosso l’accusa di truffa pluriaggravata e continuata nei confronti dell’ex ministro all’Economia, Corrado Passera, nelle sue funzioni di ad di Intensa Sanpaolo sino al 2011; di Giovanni Bazoli, già presidente del consiglio di sorveglianza di Intesa Sanpaolo ed ex presidente del cda di Banca Intesa; Giovanni Gorno Tempini, ex amministratore delegato di Banca Caboto (poi diventato ad di Cassa depositi e prestiti e oggi presidente della Fondazione Fiera Milano); Enrico Salza, ex presidente del consiglio di gestione di IntesaSanpaolo; Giampio Bracchi, ex vicepresidente e componente del comitato esecutivo di Banca Intesa; e Andrea Munari, ex ad di Banca Caboto; e ancora di Massimo Arrighetti, Fabio Bolognini, Matteo Farina, Carlo Boselli, Giulio Sartirana e Giandomenico Nardozzi Tonielli; nonché dei tre funzionari della filiale barlettana di Intesa Sanpaolo, Salvatore Civita, Vincenzo Petrarulo e Giovanni Civico. Questi ultimi tre rispondevano anche di concorso in abusivismo finanziario.

Secondo quanto ricostruito dalle indagini della Guardia di finanza, uno dei due imprenditori di Barletta aveva chiesto un finanziamento a tasso variabile da 700mila euro, ma avrebbe dovuto sottoscrivere dei contratti derivati Interest rate swap e alla fine si sarebbe ritrovato con perdite superiori ai 100 mila euro; la banca, invece, avrebbe guadagnato più di 40mila. Un altro imprenditore, invece, per gli stessi tipi di contratti avrebbe fatto guadagnare alla banca più di 150mila euro. I due imprenditori hanno rimesso la querela in seguito al risarcimento da parte della banca; ma i reati sono stati considerati procedibili d'ufficio e quindi gli imputati sono finiti ugualmente a giudizio.

Al termine del processo per nove di loro è stata chiesta l’assoluzione; mentre sono state chieste condanne a due anni e mezzo per Massimo Arrighetti (responsabile divisione Rete di Banca Intesa e consigliere del cda di Banca Caboto); Fabio Bolognini (responsabile Direzione marketing imprese della Divisione Rete Banca Intesa) e Matteo Farina (responsabile dell’ufficio Financial risk management); pene di due anni sono state invocate per i tre dipendenti della filiale di Barletta (Salvatore Civita, Vincenzo Petrarulo e Giovanni Civico), che ha venduto i prodotti ai due clienti. L’accusa ha sostenuto – durante la requisitoria - che i derivati ideati da Caboto sono stati inseriti in una categoria (quella cosiddetta “easy”) riservata a prodotti con funzione di copertura del cliente dal rischio in caso di aumento del tasso d’interesse; i prodotti in questione, invece, non davano questo tipo di garanzia. Peraltro, l’audit interno della banca e Bankitalia avevano rilevato criticità nel corso della collocamento dei prodotti, ma questi sarebbero stati ugualmente piazzati.

Le difese hanno chiesto l’assoluzione per i vari imputati. Tra i difensori, oggi in aula, anche l’avvocato Paola Severino, ministro della Giustizia durante il Governo Monti.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette