Le tariffe

Ecotassa, Barletta conferma aliquota

Il tributo agisce sul conferimento dei rifiuti in discarica. Il Comune pagherà 5,17 euro per tonnellata

Attualità
Barletta lunedì 04 gennaio 2016
di Lucia M. M. Olivieri
Una discarica
Una discarica © n.c.

Aggiornate al BURP del 24 dicembre le aliquote regionali per tutti i Comuni della cosiddetta "Ecotassa", cioè il tributo speciale determinato dagli Uffici della Regione per il conferimento in discarica dei rifiuti, con determinazione del Dirigente sezione ciclo rifiuti e bonifica n. 642 del 17 dicembre 2015 (consultabile a questo link).

La nostra città risulta tra le più virtuose: per questo motivo è stata confermata la tariffa di 5,17 euro per tonnellata, dopo le verifiche svolte dal Servizio regionale gestione rifiuti, a fronte dei dati inviati dai comuni, per quantificare la tassa.

Nella Bat, mantengono la medesima aliquota anche Andria e Canosa di Puglia: Trinitapoli, con i suoi 5 euro a tonnellata, si classifica al primo posto per "virtuosità", mentre Minervino e Spinazzola sono fanalino di coda con aliquote più alte di ben 5 volte rispetto alla nostra, 25,82 euro a tonnellata.

Rimane, tuttavia, il problema del conferimento in discarica, con i conseguenti costi legati al trasporto e allo smaltimento: dopo la chiusura, infatti, degli impianti di Trani e di Andria, in località San Nicola la Guardia, i rifiuti continuano a essere conferiti a discariche fuori provincia, mentre si attende la realizzazione dell'impianto di compostaggio ad Andria, dopo lo scandalo del sito di Spinazzola, che ha bloccato la costruzione dell'impianto nel sito di Grottelline.

Il nuovo anno, nelle speranze degli andriesi, soprattutto di quelli che si adoperano virtuosamente a favore dell'ambiente con un corretto smistamento dei rifiuti, forse porterà una soluzione a questo problema.

 

 

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette