Radici, buche, spaccature o veri e propri crepacci.

antonio dibenedetto LiveYou - Degrado urbano
Barletta - martedì 07 marzo 2017
Radici, buche, spaccature o veri e propri crepacci.

Alberi, foglie o erbacce, in alcuni casi anche cartelli o muri. In alcune zone di Barletta i marciapiedi sono impercorribili; ad alcuni serve una sistemata, altri invece necessitano di un vero e proprio intervento di manutenzione. Soprattutto in corrispondenza di un albero è facile trovare un passaggio pedonale rovinato, se non completamente distrutto, dalle radici. Ciò si verifica in diversi punti della città: è il caso di via Vittorio Veneto. Percorrendolo infatti,bisogna far attenzione: è alto il rischio di incappare – e quindi inciampare – in un punto dove l’asfalto è rialzato. Si tratta, tra l’alto, di una zona attraversata da numerosi pedoni: la stazione nord barese frequentata spesso anche da studenti delle elementari e delle medie che quasi quotidianamente marciano proprio su quel lembo di terra.

Ora mettiamola così, Le strade di Barletta fanno pena e misericordia ormai da anni e anni, non è una colpa specifica dell’attuale amministrazione. Fin qui siamo tutti d’accordo. O quasi. Quello che risulta ormai intollerabile è che non vengano fatti lavori di messa in sicurezza di tratti ormai arrivati ad essere, con acquazzoni improvvisi come quelli di oggi, nient’altro che terriccio sbriciolabile.

Serve ricordare alcuni punti che gridano vendetta a Barletta e che sono, tra manto dell’asfalto distrutto e progressivo sbriciolamento, fonte di rischio continuo per gli utenti della strada: tra questi via Foggia (strada del tutto spaccata e piena di avvallamenti), via Violante, Via R.Margherita, Via Andria.

Sono solo alcune delle vie e strade che sono del tutto fatiscenti.

Iniziamo con l’intervenire dove il rischio è evidente per l’incolumità pubblica di tutti.

Altri articoli
Gli articoli più commentati
Gli articoli più letti